Elettrosmog ad Ispica, un’antenna per i cellulari a ridosso dell’Istituto Einaudi. Il Pd: la scuola è un “ricettore sensibile”, l’impianto non può essere attivato

Una nuova antenna ripetitrice per la telefonia mobile è in fase di installazione ad Ispica. L’impianto, tecnicamente chiamato “stazione radio base”, sta sorgendo a ridosso dell’edificio scolastico “Luigi Einaudi”, all’angolo fra via Matteotti e via Bonghi. Il Pd cittadino esprime tutta la sua contrarietà, considerando che questa volta l’antenna emetterà le sue onde elettromagnetiche nelle immediate vicinanze di una scuola frequentata da circa seicentocinquanta persone fra alunni di tutta la fascia dell’obbligo, insegnanti e personale non docente. Il Partito Democratico lancia un appello al dirigente scolastico e all’Amministrazione comunale affinché promuovano tutti gli atti necessari per giungere all’immediata sospensione dei lavori e alla rimozione dell’impianto in considerazione del fatto che la scuola, come gli ospedali, è considerata “ricettore sensibile” ed in quanto tale non può essere soggetta all’esposizione continuativa delle onde elettromagnetiche.

“Adesso è troppo – afferma il segretario cittadino del Partito Democratico, Gianni Stornello – non è possibile che Ispica venga considerata zona franca dalle compagnie telefoniche e che i proprietari dei lastrici solari possano lucrare i lauti canoni di affitto che percepiscono senza pagare le tasse per l’uso improprio e speculativo che fanno dei loro immobili. Le norme esistenti sono purtroppo molto ambigue in merito. Ma una cosa non è controversa: il fatto che questi impianti non possono essere attivati nelle vicinanze di “ricettori sensibili” quali sono le scuole, gli asili, gli ospedali. Chiediamo un immediato intervento del dirigente scolastico e del Comune perché concordino un’azione concreta che prescinda dai giudizi sempre benevoli dell’ARPA, l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. Si intervenga immediatamente – dichiara con decisione Stornello – altrimenti saremo costretti ad organizzare l’indignazione e la protesta popolari per l’ennesimo atto di prepotenza commessa nei confronti della città e dei bambini di una delle sue scuole più popolose. All’Amministrazione comunale – conclude il segretario del Pd – sollecitiamo la proposta avanzata a suo tempo dal Pd: tassare le abitazioni in cui gli impianti si trovano come strutture speculative e non come prime case”.

Print Friendly, PDF & Email
Facebook Twitter Plusone Email

Lascia un commento

5 pensieri su “Elettrosmog ad Ispica, un’antenna per i cellulari a ridosso dell’Istituto Einaudi. Il Pd: la scuola è un “ricettore sensibile”, l’impianto non può essere attivato

  1. io da sempre ho votato a sinistra ma mi convinco sempre di più che non lo farò mai più… non mi piace la piega che ha preso la politica ad ispica, si fa solo della disinformazione e si procura allarmismo ingiustificato pur di racimolare qualche voto in più
    mi dispiace dirlo ma credo proprio che dovreste iniziare a cambiare atteggiamento e impegnarvi a risolvere i veri problemi che attanagliano il nostro povero paesino, è veramente triste vedere come sprecate le vostre energie, io sinceramente mi impegnerei allora a fare disinstallare il wireless in piazza che è molto, ma molto più dannoso e lotterei per far installare nelle scuole una piccola antennina ( del tutto innoqua) per far in modo che dentro l istituto scolastico non prendano i cellulari, dannosissimi per la salute più di qualsiasi antenna.
    perdonate la mia franchezza ma sono stanca di assistere a questi teatrini, rimboccatevi le maniche e lavorate per il bene del paese e non per la sua distruzione

  2. Il tuo commento, guardacaso, è uguale a quello di qualcuno sul gruppo della piazza. Sei forse la figlia o la sorella del proprietario? Ahahahaha, ma tu guarda che coincidenza…sei ridicola!. Certa gente è disposta ad uccidere altre persone pur di avere dei soldi..Bene ha fatto il PD di Ispica a proporre una tassa sulla porcheria che state erigendo su quel dannato tetto. Qui si parla di RICETTORI SENSIBILI. Essendo vicino alla scuola quindi il Dott.Stornello ha ragione. Carta canta.

    PS1: Se io fossi tra quelli del PD ti avrei cancellato il commento…che te l’abbiano approvato è un segno importante. Sono un partito fatto da persone serie che a a differenza di altri non hanno paura di critiche. Anzi, colgo l’occasione per RINGRAZIARVI PER QUELLO CHE STATE FACENDO E CONTINUATE A FARE. BRAVO SEGRETARIO STORNELLO, BRAVI I CONSIGLIERI!
    PS2: Questo il link al post su facebook per chi non lo avesse visto: https://www.facebook.com/groups/196594757043579/441114429258276/

  3. Innanzitutto sono io la proprietaria, chi di voi sostiene che io mi nasconda sotto falsi nomi, forse non mi conosce bene. Su facebook sono intervenuta con la mia vera identità, non vedo perchè qui dovrei nascondermi. Mi sembra inutile che si evochino le più brutte malattie esistenti se non si hanno prove concrete, perchè sembra che si voglia fare del “terrorismo” per portare voti al proprio partito. Vi consiglio di usare argomenti più validi e veritieri, perchè usare certi paroloni per incutere timore sulla gente , meriterebbe di essere querelato per allarmismo infondato. Ora se avete prove concrete mettetele sul tavolo dell’ autorità giudiziaria , sicuramente saranno prese in considerazione e “spegneranno” tutte le antenne e quindi sin da ora buttate cellulare, pc e tutto quanto consente i collegamenti wireless, magari ottereste una nomina al premio Nobel per l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.