Gli studenti pendolari di Ispica costretti a pagare gli abbonamenti, i Giovani Democratici chiedono al Comune di intervenire e annunciano proteste

Il Comune di Ispica non è in grado di anticipare i fondi per il pagamento degli abbonamenti agli studenti pendolari. I Giovani Democratici di Ispica denunciano questo mancato interesse dell’Amministrazione comunale e annunciano iniziative di protesta se il problema non sarà risolto.

”E’ inaccettabile – dichiara il vice segretario dei Giovani Democratici di Ispica, Pietro Caruso – che il Comune faccia gravare tale spesa sulle spalle delle famiglie già pesantemente colpite da una crisi di proporzioni mondiali e che ad Ispica è resa ancora più critica dallo stato in cui si trovano le casse comunali. Il disinteresse del Comune verso questo problema – aggiunge Caruso – contrasta con l’articolo 34 della Costituzione che sancisce il diritto allo studio: l’istruzione è obbligatoria, ma allo stesso tempo gratuita. E’ per questo – conclude il vice segretario dei Giovani Democratici – che chiediamo all’Amministrazione di collocare fra le priorità l’anticipo del pagamento degli abbonamenti agli studenti pendolari, chiedendo poi alla Regione il rimborso relativo. Nel caso in cui non avremo adeguate risposte, faremo sentire la voce dei giovani ispicesi con iniziative di protesta che siamo pronti a mettere in campo”.

Giovani Democratii Ispica

Print Friendly, PDF & Email
Facebook Twitter Plusone Email

Lascia un commento