Studenti pendolari di Ispica pagano gli abbonamenti, i Giovani Democratici lanciano una petizione per chiedere al Comune di intervenire

Prende il via una petizione per chiedere al Comune di Ispica l’anticipo del pagamento degli abbonamenti per gli studenti pendolari, rivalendosi sulla Regione alla quale compete l’onere finanziario di questa spesa. A promuovere la raccolta di firme i Giovani Democratici che faranno dei banchetti dove maggiore è il concentramento di giovani interessati al problema. Il primo tavolo sarà istituito lunedì 19 novembre dalle 7 alle 8,30 in Piazza Mazzini, da dove gli studenti pendolari ispicesi partono per raggiungere le varie scuole superiori della provincia. Ne seguirà un’altra sabato 24 novembre dopo le 22 in corso Garibaldi, fra le vie Foscolo e Vittorio Veneto, davanti alla Banca Agricola Popolare.

“Dopo la nostra prima denuncia del problema – dichiara il vice segretario dei Giovani Democratici di Ispica, Pietro Caruso – non abbiamo avuto alcuna risposta da parte dell’Amministrazione comunale. E pensare che si tratta di una questione che interessa centinaia di giovani e di famiglie ispicesi, già duramente colpite dalla crisi in atto. A questo punto – prosegue Caruso – siamo pronti a farci sentire. Vogliamo dare voce a tutti i giovani interessati e a quanti non vogliono permettere che venga calpestato l’articolo 34 della nostra Costituzione: l’istruzione è obbligatoria e al contempo gratuita. La nostra mobilitazione intende tutelare questo diritto”.

Pietro Caruso

Vice segretario dei Giovani Democratici di Ispica

Print Friendly, PDF & Email
Facebook Twitter Plusone Email

Lascia un commento