Il vice segretario Roberto Luca nella delegazione Pd in visita formativa al parlamento europeo

Il vice segretario del Circolo “Kennedy” del Partito Democratico di Ispica, Roberto Luca, ha preso parte ad una serie di incontri tenuti e Bruxelles sul funzionamento dell’Unione europea. Luca è stato l’unico esponente del Pd ispicese a far parte di una delegazione di circa quaranta fra amministratori e dirigenti del partito della Sicilia guidati dall’europarlamentare Michela Giuffrida e dall’on. Nello Dipasquale. La visita della delegazione ha puntato molto ad illustrare le dinamiche parlamentari comunitarie, partendo dai lavori di parlamento, commissioni e degli altri organismi europei siti fra le sedi di Bruxelles e Strasburgo. Momento saliente un incontro sul ruolo del parlamento europeo nella formazione della legislazione comunitaria e sul finanziamento, da parte della stessa Unione europea, dei progetti delle regioni, i cosiddetti “fondi comunitari”. È stato sottolineato come l’accesso a tali fondi registri un ritardo notevole, soprattutto da parte della Regione Sicilia, con la conseguente perdita di opportunità di sviluppo molto importanti.

“Sono stati giorni di grande interesse – dichiara Roberto Luca – che hanno confermato come la legislazione europea incida su aspetti fondamentali della vita economica, sociale e culturale di tutti i paesi dell’Unione. Sono tornato da Bruxelles con la netta convinzione che la politica debba dedicare più tempo a seguire le vicende che si svolgono nelle istituzioni comunitarie ed esercitare a livello locale uno stimolo alla partecipazione attiva in una visione europea dei problemi. In quest’ottica – prosegue il vice segretario del circolo del Pd – la partecipazione ai lavori del parlamento e delle commissioni è importante per garantire gli interessi nazionali: ce l’ha detto chiaramente l’on. Michela Giuffrida che è fra Bruxelles e Strasburgo dal lunedì al giovedì, dedicando al territorio sostanzialmente il fine settimana. Mi ha molto colpito quanto detto nel corso del convegno sui fondi comunitari: la Sicilia fa molta fatica a spendere le risorse messe a disposizione dall’Unione europea, con il rischio alquanto concreto che una parte importante delle risorse venga persa se non impiegata entro la scadenza del programma 2014-2020. È stato detto che le cause di tale difficoltà risiedono non solo nella scarsa capacità progettuale delle nostre amministrazioni pubbliche, ma anche nel fatto che il procedimento amministrativo nella nostra regione risulti alquanto farraginoso, contrariamente a quanto avviene in altre regioni italiane. Da qui l’invito che è stato rivolto dai relatori del convegno agli amministratori presenti nella delegazione, a farsi promotori presso la Regione siciliana di modifiche legislative che snelliscano tale procedimento. L’invito è stato accolto da tutti gli amministratori presenti ed in particolare dall’on. Dipasquale che, in quanto parlamentare regionale, ha assicurato il suo impegno a sottoporre all’assemblea i correttivi alle criticità emerse”.  

Print Friendly, PDF & Email

Il circolo “Kennedy” del PD in piena campagna di tesseramento

In pieno svolgimento il tesseramento al Partito democratico. Ad Ispica il circolo “John Fitzgerald Kennedy” ha già iniziato la raccolta delle adesioni e dei rinnovi delle tessere per il 2018.

Diverse le nuove iscrizioni al PD, visto da molti cittadini come argine al populismo dilagante e come garanzia di serietà e dinamismo all’interno dell’Amministrazione comunale.

Il tesseramento culminerà con il congresso di circolo che al “Kennedy” si terrà venerdì 30 novembre nella sede di via Mazzini, 34, anche se sarà possibile tesserarsi oltre tale data.

Gli interessati ad aderire al Partito democratico possono recarsi nella sede del circolo, telefonare al 338 7076745 o inviare un’email a pd.kennedy.ispica@gmail.com.

Print Friendly, PDF & Email

Weekend della solidarietà

imageIl Circolo del Partito democratico “Kennedy” ha organizzato un “Weekend della solidarietà” straordinario in favore delle popolazioni terremotate di Lazio, Marche e Umbria. Fino a sabato 3 settembre dalle ore 17 alle 19 sarà aperto un centro di raccolta nella sede del circolo di via Mazzini 34 angolo via Duca degli Abruzzi. L’iniziativa è stata presa in accordo con il pool delle associazioni di volontariato che operano nella zona, in particolare con la Croce Verde, e in collaborazione con un’azienda di autotrasporto locale che si incaricherà di recapitare a destinazione quanto raccolto nella sede del Pd. Chiunque vorrà contribuire, potrà farlo fino a sabato. Servono prevalentemente Indumenti, soprattutto per la stagione invernale, coperte, torce elettriche ed altro tipo di illuminazione, pile, batterie, pannolini e prodotti per l’igiene dei bambini, carta igienica, salviette imbevute e prodotti per l’igiene personale. Il circolo del Partito democratico raccomanda di non portare generi alimentari che al momento non servono.

“Prima di iniziare la raccolta – dichiara la segretaria del circolo Pd “Kennedy”, Rosanna Pandolfi – abbiamo voluto verificare l’affidabilità dei canali di distribuzione ed essere certi che quanto raccoglieremo nella nostra sede arriverà alla giusta destinazione in tempi brevissimi. Ringraziamo in anticipo quanti vorranno contribuire anche in minima parte ad un grande progetto di solidarietà. E nei grandi progetti di solidarietà – afferma la segretaria Pandolfi – ci ritroviamo sempre e cerchiamo di dare il nostro contributo come è nella migliore tradizione del nostro circolo”.

Print Friendly, PDF & Email

L’ispezione al Comune di Ispica, quello che gli altri non dicono

PD Libertà buon governo Ispica punto e a capoÈ in atto un tentativo di strumentalizzazione grossolana delle risultanze dell’ispezione del Ministero dell’Economia al Comune di Ispica, attribuendone le responsabilità all’attuale Amministrazione comunale e alla maggioranza che la sostiene. La relazione degli ispettori è impietosa e fotografa una realtà grave, fatta di una lunga serie di osservazioni e criticità compiute dalle vecchie amministrazioni di centro-destra, che esponenti di primo piano di “Cambiamo davvero Ispica” hanno sostenuto e delle quali hanno anche approvato i vari strumenti finanziari. Invece di preoccuparsi per la loro posizione di corresponsabili di una stagione politica ed amministrativa disastrosa per la città, si perdono in una generalizzazione indegna di una forza politica e consiliare che è fra l’altro uscita sconfitta dalle “amministrative” di un anno fa. Dicono che nessuna obiezione è stata fatta alla minoranza e che gli ispettori avrebbero mosso rilievi su provvedimenti dell’attuale Amministrazione: niente di più falso! Il lavoro degli ispettori si è svolto fra il 17 settembre e il 16 ottobre 2015, a meno di tre mesi dall’insediamento del nuovo Consiglio comunale: quali atti avrebbero dovuto prendere in esame? La Relazione degli ispettori andava usata con estrema cautela, contenendo informazioni non aggiornate alla data corrente e oggetto delle misure correttive messe in atto dall’Amministrazione. Un consigliere comunale è tenuto a usare con il dovuto senso di responsabilità gli atti e le informazioni che ha perché c’è di mezzo il prestigio dell’ente che rappresenta: ma questo per messaggino telefonico era forse complicato dirglielo. Non dicono neppure, i nostri, che la COSAP, così come approvata dall’attuale maggioranza, ha comportato un aumento di introiti per il Comune di oltre 10mila euro nel 2015 e che l’imposta di soggiorno, che come si sa non grava sugli ispicesi, prima non c’era ed oggi c’è, a tutto vantaggio delle politiche di promozione turistica del Comune alle quali il gettito va destinato. Non dice il movimento politico che le somme di quanto dovuto alla Cassa Depositi e Prestiti, giacenti presso la tesoreria comunale e oggetto delle anticipazioni in virtù del DL 35, sono state restituite. Non dicono che il primo bilancio dell’attuale Amministrazione è il previsionale 2015, approvato in marzo scorso, dove non figurano sforamenti del patto di stabilità: per trovarne bisogna forse andare a vedere quelli approvati dagli uomini di “Cambiamo davvero Ispica” nel vecchio Consiglio comunale. Non dicono che hanno inviato un esposto al Ministero degli Interni chiedendo, di fatto, il licenziamento dei dipendenti comunali in esubero: in pratica la stessa cosa per la quale la vecchia Amministrazione aveva predisposto atti revocati dall’attuale. Siamo impegnati a mantenere i posti di lavoro, contando anche sull’aiuto che ci viene dalla Regione che ha previsto nella sua Legge di stabilità delle risorse per coprire i costi dei dipendenti comunali in esubero nei comuni in dissesto, come Ispica. Si inventano finanche una presunta “denuncia” del Comune di Ispica alla Corte dei conti, ignorando che ogni atto di natura finanziaria riguardante il nostro ente, in quanto dissestato, deve essere trasmesso alla magistratura contabile. E fantasticano su cifre di danno erariale, cioè di risarcimenti che amministratori e funzionari dovrebbero corrispondere di tasca loro. Il veleno e lo sciacallaggio si confondono con la mancanza di senso delle istituzioni, cercando di fare stare insieme chi ha provocato i danni e chi, come il sindaco e l’Amministrazione attuali, stanno cercando di risolverli nell’interesse del buon nome di Ispica, delle sue attività produttive, dei suoi cittadini e nel rispetto, oltre che delle leggi e dei principi di legalità più elementari, del buon senso, del garbo istituzionale, del rispetto di ognuno. Con la fregola di aprire anzitempo la campagna elettorale per inseguire chissà quali miraggi si vuole creare un clima torbido e scaricare su altri responsabilità che sono proprie. “Cambiamo davvero Ispica”: per alcuni è uno slogan, per noi è pratica quotidiana. Ispica, 20 maggio 2016

Pierenzo Muraglie, sindaco
Giuseppe Barone, vice sindaco e consigliere comunale
Giuseppe Corallo, assessore e consigliere comunale
Salvatore Di Stefano, assessore
Angela Gianì, assessora
Giuseppe Roccuzzo, presidente del Consiglio comunale
Giuseppe Pluchinotta, vice presidente del Consiglio comunale
Giovanni Gambuzza, consigliere comunale
Francesca Marina, consigliera comunale
Giovanni Muraglie, consigliere comunale
Rodolfo Pisani, consigliere comunale
Stefania Rosa, consigliera comunale
Matilde Sessa, consigliera comunale
Gianni Stornello, consigliere comunale
Lina Sudano, consigliera comunale

Print Friendly, PDF & Email

Nasce “Ora Sì Ispica”, il Comitato per il Sì al referendum costituzionale

OraSI Ispica referendum costituzionaleNasce “Ora Sì Ispica”, il comitato per il Sì al referendum costituzionale di ottobre, fortemente voluto dal presidente del Consiglio Matteo Renzi. Il Comitato è ospitato nella sede del Circolo del Partito Democratico “John Fitzgerald Kennedy”, in via Mazzini 34, ed è coordinato da Roberto Luca, componente il Coordinamento dello stesso circolo “Kennedy”. Obiettivo del Comitato “Ora Sì Ispica” è quello di riunire e mettere in rete i sostenitori del Sì, al di là delle loro appartenenze politiche e della loro militanza, cercando di aprirsi il più possibile ai semplici cittadini che condividono la convinzione che la scelta del Sì rappresenta una grande opportunità di cambiamento della politica e di efficienza nell’azione di governo degli organi dello stato. Il Comitato “Ora Sì Ispica” prenderà delle iniziative già nei prossimi giorni per spiegare i contenuti delle modifiche costituzionali oggetto del referendum confermativo di ottobre.

Se vinceranno i Sì, saranno in vigore diverse riforme alla Costituzione, fra le quali sono degne di nota la riduzione del numero dei parlamentari, con un Senato non più elettivo, l’abolizione del CNEL, l’attribuzione diretta allo stato di materie come l’ambiente, la gestione di porti e aeroporti, trasporti e navigazione, produzione e distribuzione dell’energia, politiche per l’occupazione, sicurezza sul lavoro, ordinamento delle professioni ed importanti modifiche al quorum che rende valido un referendum abrogativo. Infine, se vinceranno i Sì, per proporre una legge d’iniziativa popolare non saranno più sufficienti 50mila firme, ma ne serviranno 150mila.

Riforma Costituzionale 1

Print Friendly, PDF & Email

8 marzo, Rosanna Pandolfi sollecita la costituzione della Commissione delle elette in Consiglio comunale

Rosanna PandolfiLa donna protagonista e soggetto attivo, a partire dal Consiglio comunale di Ispica, dove per la prima volta le elette sono un quinto del consesso. E’ concreta la proposta avanzata dalla nostra vice segretaria Rosanna Pandolfi, avanzata con l’approssimarsi della Festa della donna. Pandolfi sollecita il Consiglio comunale a costituire la “Commissione delle elette”, prevista dall’articolo 53 dello Statuto comunale.
“Sono convinta – dichiara la dirigente dem in una nota per la stampa – che le migliori commemorazioni della Festa della donna siano quelle basate sulla concretezza. Ecco perché mi preme, in quanto donna e vice segretario del circolo Kennedy del Pd di Ispica, sollecitare la costituzione formale della “Commissione delle elette” prevista dallo Statuto del Comune di Ispica. Grazie alla legge elettorale che impone le pari opportunità di genere, per la prima volta in Consiglio comunale c’è una presenza massiccia di donne (quattro su venti) che voglio ricordare una per una: Stefania Rosa del Pd, Matilde Sessa e Lina Sudano di “Libertà e Buongoverno”, Francesca Marina di “Ispica, Punto a capo”. E c’è anche Angela Gianì, assessora comunale, eletta in Consiglio, che optò per l’incarico in Giunta. La “Commissione delle elette” è costituita appunto dalle elette in Consiglio e andrebbe ad occuparsi di questioni attinenti le pari opportunità, avvalendosi anche della collaborazione di associazioni di donne, movimenti rappresentativi delle realtà sociali, culturali, produttive, sindacali e così via, avanzando proposte ed osservazioni e snellendo anche l’attività dell’Amministrazione che potrà consultarla sugli atti da proporre al Consiglio comunale che riguardano la popolazione femminile. Per renderla operativa occorre soltanto che il Consiglio comunale approvi un piccolo Regolamento. Preciso infine che la nuova Commissione non comporterebbe spese in più per il Comune”.

Di seguito l’articolo 53 dello Statuto del Comune di Ispica che prevedere la “Commissione delle elette”

Commissione delle Elette

1. Il Comune riconosce il ruolo della donna come fondamentale nella crescita sociale. Al fine di meglio promuovere e programmare politiche rivolte al conseguimento di pari opportunità tra donne e uomini è istituita la Commissione delle Elette.
2. La Commissione è composta dalle Elette del Consiglio.
3. La Commissione formula al Consiglio proposte e osservazioni su ogni questione che possano avere attinenza con la condizione femminile e che possano essere sviluppate in politiche di pari opportunità. A tal fine può avvalersi del contributo di associazioni di donne, di movimenti rappresentativi delle realtà sociali, culturali, lavorative, sindacali e imprenditoriali, nonché di esperte di accertata competenza e/o esperienza professionale in materia di condizione femminile.
4. La Giunta comunale può consultare preventivamente la Commissione sugli atti di indirizzo da proporre al Consiglio in merito ad azioni particolarmente rivolte alla popolazione femminile.
5. La Commissione dura in carica per l’intero mandato ed al termine dello stesso redige una relazione conclusiva sulle attività svolte.
6. La Commissione si avvale delle strutture esistenti nel Comune.
7. L’apposito regolamento previsto dal Consiglio Comunale disciplina le modalità di funzionamento della Commissione.
8. Il Consiglio Comunale stabilisce annualmente in bilancio i fondi da assegnare per il funzionamento e le iniziative della Commissione, il cui utilizzo avverrà con le modalità prescritte dal regolamento comunale di contabilità.

Print Friendly, PDF & Email

Bilancio di un anno e nuovo coordinamento: conferenza stampa

Conferenza stampa al Circolo del Pd “J.F. Kennedy” di Ispica. Presentato il nuovo coordinamento e tracciate alcune linee programmatiche in vista del nuovo anno. Fatto anche un bilancio del 2015. A seguire il video integrale.

COMUNICATO STAMPA: Conferenza stampa su incarichi nel Coordinamento, bilanci e prospettive del Circolo Pd “Kennedy”

Si è tenuta a Ispica la Conferenza stampa di fine anno del nostro circolo. Il segretario Giovanni Tringali, ha presentato il nuovo Coordinamento, eletto nell’Assemblea costituente del 7 dicembre scorso. Ciascun dirigente avrà un proprio ambito di competenza e dovrà elaborare proposte fattibili, che poi verranno presentate e discusse negli ambiti istituzionali compenti.
Questo il quadro degli incarichi:

Schermata 2016-01-02 alle 19.08.57

Giovanni Tringali ha illustrato le finalità complessive del Partito democratico a Ispica, che devono essere quelle di raccordare l’attività consiliare con i bisogni dei cittadini. La cultura deve ritornare ad essere un punto fermo nella politica amministrativa; è necessario che si mobilitino tutte le associazioni per dare vita a progetti durevoli, finalizzati soprattutto al coinvolgimento dei giovani. In questo senso Tringali lavorerà per far nascere ad Ispica un Centro Informagiovani, cui i ragazzi possano accedere per avere informazioni di tipo culturale e lavorativo. Rosanna Pandolfi, vicesegretario del Circolo, ha sottolineato l’importanza del proprio incarico e ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato alla riuscita del II Weekend della Solidarietà, organizzato dal “Kennedy” nei giorni 19 e 20 dicembre. Corrado Borgia lavorerà invece ad alcuni progetti di Educazione alimentare destinati alle scuole dell’obbligo, per sensibilizzare i più piccoli alle problematiche del cibo, poiché le cattive abitudini alimentari e fisiche possono compromettere lo sviluppo dei bambini. In merito alla sicurezza Corrado Borgia proporrà la creazione di specifiche piattaforme digitali, che coinvolgano i cittadini nell’opera di controllo del territorio. Roberto Luca si attiverà, per proporre l’istituzione di aree verdi e di spazi attrezzati per le famiglie, ma il nodo fondamentale – dice Luca – sarà la viabilità: dovranno essere affrontati in particolare i nodi della Via Sulla e del collegamento tra questa e la Statale 115, per il quale Roberto Luca ritiene necessaria una rotatoria che disciplini il traffico in entrata e in uscita dalla città. Pietro Aprile ha dal canto suo affermato che la politica deve essere separata dall’amministrazione: fare politica significa soprattutto risolvere i piccoli problemi quotidiani delle persone, come l’illuminazione di un parco pubblico o l’abbattimento di una barriera architettonica. Evelin Floriddia ha invece ribadito l’urgenza del problema-randagismo: cani che vagano per il territorio ispicese senza alcun controllo possono rivelarsi un serio pericolo per i cittadini. Per questo la Floriddia provvederà ad un monitoraggio più attento del problema, dialogando attivamente con l’amministrazione comunale. Gianni Stornello ha infine ricordato la storia del Circolo “Kennedy”, nato come una scommessa e diventato una realtà politica sempre più grande e più coinvolgente. In consiglio comunale – ha proseguito Stornello – è utile che vi sia il coinvolgimento di tutte le componenti e che la Giunta abbia il coraggio di cambiare, dando vita ad una concreta discontinuità con le amministrazioni precedenti. L’approvazione di alcuni importanti provvedimenti, come quello riguardante il Regolamento della biblioteca comunale “Luigi Capuana”, riconosciuta come bene essenziale per la collettività, rappresenta un sensibile cambio di marcia nella valorizzazione dei beni pubblici. Ma il lavoro è ancora lungo e il 2016 – riflette Stornello – sarà un anno determinante, per capire quale modello di città vogliamo costruire.

Print Friendly, PDF & Email

Il nostro circolo definitivamente riconosciuto. Pietro Aprile fra i garanti provinciali del tesseramento

Sezione Pd Kennedy Ispica

La Direzione provinciale del Partito Democratico ha ufficialmente ratificato il riconoscimento del Circolo “John Fitzgerald Kennedy”. Nella stessa riunione, alla quale erano presenti il Segretario provinciale Giovanni Denaro e il Presidente dell’Assemblea Mario D’Asta, Pietro Aprile, storico esponente del Pd di Ispica e fra i fondatori del “Kennedy”, è stato chiamato a far parte del Comitato provinciale dei garanti del tesseramento 2015.
Il circolo, che ha già degli organi provvisori coordinati da Giovanni Tringali, compirà il tesseramento e si darà la sua organizzazione con l’elezione del segretario. Subito dopo i due circoli del Pd locale faranno il congresso per eleggere il segretario dell’Unione comunale, così come previsto dallo Statuto del partito.
Con il riconoscimento definitivo sono state premiate la qualità e la forza del “Kennedy”, il lavoro di attivisti e simpatizzanti a favore del rinnovamento vero della politica. I principi che ci guidano sono infatti scritti nelle nostre storie personali e professionali. Gli ispicesi sanno che per noi la politica è fondamentalmente un servizio reso ai cittadini e non un’attività finalizzata all’arricchimento di pochi. In quest’ottica siamo convinti che i beni pubblici siano tali, perché devono essere accessibili a tutti, così come riteniamo che le politiche locali debbano tendere il più possibile a creare occasioni di lavoro e di progresso per tutti. Fedeli a questa visione, che è nel DNA del Partito Democratico, iniziamo da ora una nuova stagione politica. Per i dirigenti e gli amici del Circolo “Kennedy”, il Partito deve necessariamente diventare uno spazio aperto all’ascolto e alla interlocuzione con tutte le categorie sociali di Ispica. D’ora in avanti saremo ancora più attenti e determinati nei confronti della nostra città, che guarda con fiducia all’Amministrazione di Pierenzo Muraglie, da cui si aspetta la risoluzione di problemi drammaticamente urgenti. Per queste ragioni il Circolo del PD “Kennedy” istituirà dei tavoli di lavoro, aperti al contributo dei cittadini, che realizzeranno una serie di proposte concrete sulle questioni più importanti come la disoccupazione, il futuro dei giovani, la qualità dei servizi comunali, la riorganizzazione dello spazio urbano e la riqualificazione del territorio agricolo e costiero. Spetta a noi e al nostro consigliere Gianni Stornello portare all’attenzione della Giunta e del Consiglio comunale le sollecitazioni della città. Crediamo che il Partito Democratico di Ispica da oggi sia più ricco e più forte, perché la pluralità e il confronto tra idealità diverse renderanno più articolata e più efficace l’azione dell’Amministrazione comunale. Vogliamo che questa stagione politica produca una città nuova, aperta e plurale, rispettosa delle regole e del territorio, capace di organizzare le proprie straordinarie risorse per costruire nuove e soddisfacenti opportunità di lavoro per i giovani. Quello che ad alcuni sembrava il tentativo velleitario di pochi, oggi è invece una splendida realtà. Con il Circolo “Kennedy” il Partito Democratico di Ispica lavorerà con rinnovato entusiasmo per il progresso e lo sviluppo della nostra città, consapevole che la volontà di cambiamento è già garanzia di cambiamento.

Print Friendly, PDF & Email

Preferenze del Pd di Ispica al Consiglio comunale – Risultati finali

I candidati evidenziati in grassetto sono espressione del Circolo Kennedy. I nomi evidenziati in rosso sono eletti a primo turno, quelli in verde saranno aletti al secondo turno, quelli in arancio potrebbero essere eletti al secondo turno.

Pietro Aprile 53
Marilena Emanuela Calabrò
Silvia Calascibetta 44
Salvatore Carpintieri 49
Carmelo Cirmena 43
Gabriella Cocuzza 49
Francesca Corvo 15
Carla Fortuzzi 3
Giovanni Gambuzza 220
Angela Gianì 108
Mattia Moltisanti 72
Antonella Nobile 29
Rosanna Pandolfi 82
Rodolfo Pisani 107
Natale Quartarone 8
Antonio Roccasalvo 9
Giuseppe Roccuzzo 349
Stefania Rosa 155
Giovanni Stornello detto Gianni 144
Paola Tonaca 47

 

Print Friendly, PDF & Email