“Doposcuola comunali verso la soppressione”, il Pd di Ispica lancia l’allarme

sosdoposcuolaI doposcuola comunali sono avviati verso la soppressione. Lo denuncia il Partito Democratico con un articolo di Diego Ciranda, componente il Coordinamento del Pd ed ex dirigente scolastico, pubblicato sull’ultimo numero di Pensare il Domani, il mensile vicino al Pd di Ispica. Lo stesso Ciranda afferma che i servizi scolastici devono essere potenziati e avanza alcune proposte.

“E’ in atto – si legge nell’articolo – lo spostamento di ufficio di alcuni dipendenti, doposcuolisti compresi. Si dice che sono stati i dipendenti interessati a richiederlo, anche se nutriamo forti perplessità, visto che un amministratore degno di questo nome accoglie le richieste solo se rientrano in una logica di riorganizzazione e di miglioramento del servizio. Nel caso dei doposcuolisti, in particolare, non si comprende quale sia stata la logica che abbia suggerito il loro spostamento. E’ sempre la stessa musica: ad Ispica come a Roma, il centrodestra, in tutte le situazioni in cui è necessario far cassa, colpisce i servizi essenziali per i cittadini quali sono la scuola e la sanità. L’Amministrazione Comunale – prosegue il dirigente del Pd cittadino – consente (o forse sollecita?) lo spostamento dei dipendenti ad altri servizi facendo balenare l’idea dei tagli, senza una benché minima idea di riordino degli uffici. Il servizio di doposcuola va potenziato – propone Ciranda – e non smantellato, come sembra voglia fare l’Amministrazione Comunale. Ad esso, anzi, vista la grande massa di alunni immigrati, dovrebbe essere affiancato il servizio di accoglienza, in grado di elaborare, di concerto con le scuole, un protocollo che consenta loro di inserirsi nel migliore dei modi nell’ambito scolastico, realizzando percorsi di apprendimento della lingua italiana e offrendo quei servizi essenziali di sostegno alle famiglie. Non parliamo poi dell’integrazione degli alunni in situazione di handicap. Continua a leggere

Il Pd di Ispica si confronta con la base. Ricca di contenuti e molto partecipata l’assemblea con Roccuzzo, Padua e Digiacomo

P1020867Molto partecipata ed affollata l’assemblea tenuta ieri sera per iniziativa del Partito Democratico di Ispica. Gli iscritti e quanti sono vicini al Pd cittadino sono stati ascoltati dal gruppo dirigente del partito sui temi più in evidenza dell’attualità politica del momento, sia in ambito locale, sia in ambito nazionale. Ha aperto i lavori il segretario cittadino Gianni Stornello che ha posto l’accento sul fatto che il confronto con la base è un momento importantissimo per il Pd, in considerazione anche della responsabilità che il partito ha in città per il suo ruolo di opposizione storica impegnata nella costruzione dell’alternativa alle giunte di centro-destra che, ha ribadito Stornello, hanno avviato Ispica verso il progressivo declino. Il capogruppo in Consiglio comunale Pierenzo Muraglie ha ricostruito le ultime fasi della vita amministrativa della città, caratterizzate dal fallimento del Comune dal punto di vista finanziario e da un’Amministrazione non più in grado di reggere le difficoltà del momento per la mancanza dei numeri in Consiglio comunale che sono la conseguenza dell’incapacità politica di operare nell’interesse della città. Molti i contributi di dirigenti e militanti del Pd di Ispica, da quello di Giuseppe Roccuzzo, candidato alla Camera e consigliere comunale, a quello di Carmelo Cirmena, segretario dei Giovani Democratici. Atteso l’intervento di Venerina Padua, vincitrice delle Primarie in provincia di Ragusa e in quanto tale candidata al Senato in posizione utile per l’elezione. La senatrice democratica in pectore ha risposto sui temi che sono emersi dai vari interventi, puntando molto sull’etica in politica. Le conclusioni dell’on. Giuseppe Digiacomo, presidente della Commissione Sanità dell’Assemblea regionale siciliana, hanno riguardato il ruolo del Partito democratico di Ispica nel contesto politico ed amministrativo locale, rispetto al quale, ha sostenuto Digiacomo, il Pd ha tutti i requisiti per candidarsi alla guida della città, e l’importanza delle elezioni politiche di febbraio che assicureranno una rappresentanza parlamentare del Pd alla provincia di Ragusa: elemento essenziale per sostenere un’azione rivendicativa forte per risolvere le annose questioni del territorio che proprio la mancanza di una rappresentanza istituzionale del Pd ragusano in parlamento non ha consentito di affrontare.

Ecco alcune foto (clicca per ingrandire):

P1020885P1020892P1020869P1020866P1020861P1020879P1020865P1020882P1020874P1020867P1020870P1020871P1020876P1020863

L’intervista a Video1 del segretario Stornello

stornello intervista video unoEcco il video integrale dell’intervista a Gianni Stornello Segretario del PD di Ispica, realizzata da Viviana Sammito e andata in onda il 21 gennaio 2013.

Tra i temi affrontati la crisi finanziaria del Comune, la mozione di sfiducia dell’opposizione al sindaco, le candidature per le Amministrative.

Elezioni Politiche 2013: sconti e agevolazioni studenti fuori sede

voto studenti fuorisede

In vista delle elezioni politiche italiane del 24 e 25 febbraio 2013 pubblichiamo una scheda riassuntiva delle agevolazioni/riduzioni previste per gli studenti fuori sede.
L’attuale legislazione, infatti, non permette ad un cittadino che per motivi di studio o lavoro si trovi al momento delle elezioni in un comune diverso da quello di residenza di esprimere il proprio voto non essendo iscritto nelle liste elettorali del comune di domicilio.
Esiste l’opportunità di recarsi nel proprio comune di residenza usufruendo degli sconti previsti per l’utilizzo dei mezzi di trasporto. Continua a leggere

Assemblea PD: Per la rinascita di Ispica

PD Ispica LogoOltre sette anni di amministrazioni di centro-destra hanno devastato le finanze comunali, hanno fatto arretrare la città in tutti i campi, stanno facendo sopprimere quei servizi che sono stati il nostro fiore all’occhiello. Noi abbiamo denunciato in tempi non sospetti l’inadeguatezza delle politiche di questa amministrazione, abbiamo chiesto invano che fossero privilegiati il lavoro, lo sviluppo e i suoi fattori principali, dall’agricoltura all’impresa artigiana, dal turismo al territorio. Da soli però non contiamo nulla. Abbiamo bisogno di tutti voi, del sostegno della base. Contiamo sul vostro contributo in termini di idee per arricchire un dibattito politico che vuole fare rinascere la nostra città in un Paese restituito alla bella e sana politica che è quella che il Pd intende portare avanti. Ecco perché abbiamo considerato giunto il momento di vederci tutti insieme in un’assemblea aperta alla quale abbiamo voluto dare un tema significativo:

INSIEME PER LA RINASCITA DI ISPICA
Domenica 27 gennaio, ore 17,00
Salone dei Frati minori
Assemblea degli iscritti e amici del PD
Interverranno
Venerina Padua
candidata al Senato
Giuseppe Roccuzzo
candidato alla Camera
On. Giuseppe Digiacomo
che chiuderà l’assemblea

Il Pd di Ispica a Palermo all’Assemblea nazionale del Centrosinistra sulla scuola con Bersani e Crocetta

Pietro Aprile Renzi Una delegazione del circolo del Partito Democratico di Ispica prenderà parte domani all’Assemblea nazionale del Centrosinistra sulla scuola dal tema “La scuola che non ci sta”.

L’incontro, cui prenderanno parte fra gli altri il candidato premier del Centrosinistra Pierluigi Bersani e il Presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta, è previsto alle 9 nella Sala consiliare di Palazzo delle Aquile, residenza municipale del capoluogo siciliano.

Il gruppo in rappresentanza del circolo Pd di Ispica sarà guidato da Pietro Aprile, dirigente cittadino del partito e leader dei precari della scuola in provincia di Ragusa. Con quest’iniziativa si vuole orientare la politica, quella del Centrosinistra in particolare, in modo coerente e competente a sostegno di una scuola pubblica che si connoti per qualità, equità, giustizia, solidarietà. Significative, a tale riguardo, le presenze di Bersani e Crocetta.

Dopo la bocciatura del bilancio pluriennale, il Pd rilancia. Muraglie: “Il sindaco “abusivo per necessità”, sfiduciamolo”

La bocciatura del bilancio pluriennale è la bocciatura di un sindaco “abusivo per necessità”. Le opposizioni si coalizzino e lo sfiducino per il bene di Ispica. Il capogruppo del Partito Democratico in Consiglio comunale, Pierenzo Muraglie, interviene rilanciando la proposta avanzata dal suo partito di formalizzare la mozione di sfiducia, dicendosi disponibile a ridiscutere il testo che il Pd aveva già presentato a suo tempo.

“La clamorosa bocciatura del Piano di riequilibrio di bilancio pluriennale – afferma Muraglie – è figlia dell’atteggiamento di un sindaco diventato una sorta di “abusivo per necessità”. Il 20 novembre avevamo sperato nell’apertura di una fase nuova della vita politica ed amministrativa. Non conoscendo appieno i numeri del disastro e non avendo certezze numeriche che ci permettessero di avere contezza della situazione, preferimmo dare al malato grave altri 60 giorni di ossigeno puro, sperando di assistere ad un modo diverso di fare politica. Continua a leggere

Bersani 2013: L’Italia giusta

“Inno” di Gianna Nannini: è questa la canzone che accompagnerà la campagna elettorale del Partito Democratico per le elezioni politiche del 2013. Ecco il video creato dai compagni del PD nazionale.

Il PD chiede un commissario per evitare gli allagamenti alla Marza

UAllagamento Marzan commissario per ordinare la pulizia dei canali della Marza e superare le inadempienze del Comune di Ispica. Lo hanno chiesto alla Regione i consiglieri comunali del Partito Democratico, Pierenzo Muraglie e Giuseppe Roccuzzo. In una nota ufficiale, inoltrata al competente servizio della Regione Sicilia, i due consiglieri democratici denunciano la persistente condizione di rischio allagamenti in cui si trovano diversi canali, ostruiti per la mancata pulizia da parte dei proprietari dei terreni confinanti. Si tratta di una sparuta minoranza di persone che non hanno eseguito le ordinanze del Comune di Ispica emesse a suo tempo per la pulizia dei canali. Nei loro confronti il Comune dovrebbe emettere un nuovo provvedimento, intimando la pulizia dei canali pena l’intervento diretto dello stesso Comune con addebito dei costi ai privati inadempienti. Ma questo secondo provvedimento l’Amministrazione non lo assume, determinando uno stato di rischio per la protezione civile, dal momento che, in caso di piogge torrenziali, tutto il sistema dei canali sarebbe intasato dalle poche ostruzioni rimaste. Della vicenda si sta anche occupando la magistratura, interessata da un consorzio privato sorto proprio per mantenere puliti ed efficienti i canali della Marza. Continua a leggere