Muraglie e le alleanze in vista del ballottaggio

Pierenzo Muraglie e la sua coalizione hanno scelto, abbiamo scelto, di non fare accordi in vista del ballottaggio del 14 e 15 giugno. È una scelta tanto rischiosa quanto coraggiosa. Estendere la coalizione di centro-sinistra avrebbe comportato un allargamento ad una parte, piccola o grande che fosse non importa, del passato che vogliamo relegare definitivamente alle nostre spalle. Nella scelta sono prevalse la logica e la coerenza politiche rispetto a quella dei numeri. E questo costituisce un grande gesto di lealtà nei confronti della città. Spesso si sono messe insieme coalizioni incoerenti che hanno vinto le elezioni e si sono spaccate sulle cose da fare, alle prime prove impegnative dell’azione amministrativa. Noi vogliamo governare e cambiare Ispica, tante volte offesa, umiliata, sacrificata da interessi che nulla hanno a che vedere col bene comune. C’è una squadra, che riconosce Pierenzo Muraglie suo leader. Volti di donne e uomini nuovi, impegnati nella politica, nel sociale, nelle professioni, nel mondo produttivo, espressione di una società civile che cerca il suo riscatto. Ispica premi questo atto di coerenza di coraggio, votando Muraglie al ballottaggio.

Dal blog di Gianni Stornello

Preferenze del Pd di Ispica al Consiglio comunale – Risultati finali

I candidati evidenziati in grassetto sono espressione del Circolo Kennedy. I nomi evidenziati in rosso sono eletti a primo turno, quelli in verde saranno aletti al secondo turno, quelli in arancio potrebbero essere eletti al secondo turno.

Pietro Aprile 53
Marilena Emanuela Calabrò
Silvia Calascibetta 44
Salvatore Carpintieri 49
Carmelo Cirmena 43
Gabriella Cocuzza 49
Francesca Corvo 15
Carla Fortuzzi 3
Giovanni Gambuzza 220
Angela Gianì 108
Mattia Moltisanti 72
Antonella Nobile 29
Rosanna Pandolfi 82
Rodolfo Pisani 107
Natale Quartarone 8
Antonio Roccasalvo 9
Giuseppe Roccuzzo 349
Stefania Rosa 155
Giovanni Stornello detto Gianni 144
Paola Tonaca 47

 

Ballottaggio, ad Ispica si afferma Bersani

Ispica segue il trend nazionale e dà a Pierluigi Bersani la vittoria al ballottaggio delle Primarie del centro-sinistra. Hanno votato 375 elettori della coalizione (che si sono dichiarati tali con un documento firmato al primo turno quando hanno votato in 413). Bersani, che da oggi è il candidato premier di tutto il centro-sinistra, ha avuto ad Ispica 213 voti; il suo sfidante Matteo Renzi 162.

“E’ stata una bella gara ed una festa della democrazia – commenta il segretario cittadino del Partito Democratico, Gianni Stornello – per la quale mi corre l’obbligo di ringraziare prima di tutto quanti hanno votato. Ma un grazie va rivolto ai volontari che si sono dati da fare nel seggio, presieduto da Enzo Spatola, e nell’Ufficio elettorale, coordinato da Pietro Aprile. Importante è stato l’apporto offerto dagli amici di Sel e da esterni ad entrambi i partiti che, riconoscendosi nell’area politica del centro-sinistra, hanno prestato la loro preziosa collaborazione per la riuscita di queste Primarie”. Continua a leggere

Primarie ad Ispica, vince Renzi di misura. Al seggio anche esponenti di centro-destra

Matteo Renzi si afferma di misura nelle Primarie del centro-sinistra tenute domenica ad Ispica. Il sindaco pd di Firenze ha ottenuto 181 voti, distaccando di poco Pierluigi Bersani, segretario nazionale del pd, che ha riportato 168 voti. 59 voti li ha avuti Nichi Vendola, uno ciascuno Laura Puppato e Bruno Tabacci; tre le schede nulle. Notevole l’affluenza di votanti: ben 413 che si sono recati all’Ufficio elettorale per la registrazione e al seggio per votare e che hanno dichiarato di essere elettori del centro-sinistra. A tal proposito è interessante rilevare che hanno votato anche esponenti di centro-destra, qualcuno con ruoli di rilevanza istituzionale in Consiglio comunale e parecchi dichiaratamente dalla parte di Matteo Renzi: segno che il centro-sinistra, proprio attraverso le Primarie, esercita un’attrattiva molto forte, tale da giustificare l’adesione al progetto politico complessivo del centro-sinistra. Domenica il seggio tornerà a costituirsi, sempre nella sezione del Partito Democratico in via Ruggero Settimo, 12, per il turno di ballottaggio fra i primi due arrivati in ambito nazionale, Bersani e Renzi.