Convocazione viziata, salta il Consiglio comunale

Consiglio-Comunale ispicaIl Consiglio comunale ieri sera non si è potuto riunire per un errore nella convocazione che non ha previsto i cinque giorni di tempo fra la data di invito e quella di prima convocazione. Immediata la reazione dei consiglieri del Partito Democratico che parlano di “ennesima figuraccia” e di clima da “dilettanti allo sbaraglio”, chiedendo le dimissioni di tutta l’Amministrazione.

“Quando si commettono errori del genere – commenta il consigliere del Pd Pierenzo Muraglie – vuole dire che si è oltrepassato il segno: L’Amministrazione e quel che resta della vecchia maggioranza di centro-destra sono in uno stato confusionale puro. Quella di ieri sera – aggiunge Muraglie – è l’ennesima figuraccia di una coalizione che farebbe bene a mettersi da parte alla svelta”.

“Mi è sembrato di assistere ad una puntata della Corrida – dice da parte sua l’altro consigliere comunale del Partito Democratico, Giuseppe Roccuzzo – con dei dilettanti allo sbaraglio. La cosa seria è che questi, che non riescono neanche a fare un banalissimo invito per il Consiglio comunale nel rispetto del Regolamento, hanno l’arroganza di volere amministrare la città. Si devono dimettere tutti per manifesta incapacità!”.