Regionali, disagio nel Pd di Ispica: “Crocetta sia presidente di rottura e non di ricomposizione di vecchi schemi”

Il Partito Democratico di Ispica chiede chiarezza sulle alleanze in vista delle elezioni regionali del 28 ottobre e crede nel ruolo che il PD è chiamato a svolgere in Sicilia in direzione del cambiamento e del superamento delle logiche di potere che hanno ispirato le politiche degli ultimi anni. A Rosario Crocetta il Partito Democratico di Ispica chiede di essere un presidente di rottura e non di ricomposizione di vecchi schemi. Questo, in estrema sintesi, il risultato della riunione di Coordinamento cittadino cui il PD è pervenuto dopo una disamina dell’attuale fase politica.

“C’è un grande disagio – rileva il segretario cittadino del PD, Gianni Stornello – fra i dirigenti ispicesi del partito, disagio indotto da alcune scelte del candidato presidente Crocetta e da notizie di stampa su presunti accordi con gli “autonomisti” di Miccichè e di Lombardo con i quali costituire un’alleanza dopo le elezioni regionali. Continuiamo a credere nella qualità della candidatura di Rosario Crocetta – continua Stornello – per la sua storia personale e politica, per il suo impegno per la legalità, per la sua esperienza di parlamentare e di sindaco di una città come Gela. Continua a leggere