“Fieri e orgogliosi di aver scritto una pagina nuova”

Siamo noi il cambiamento che l’Italia sta aspettando da troppi anni. Noi, con i nostri difetti e con le nostre potenzialità. Noi, con i nostri parlamentari e i nostri militanti. Noi, con i nostri sogni e i nostri progetti. Noi siamo l’Italia che cambia. Matteo Renzi scrive agli iscritti PD

Care democratiche, cari democratici,
nell’aprile 2013 le divisioni, le polemiche, le tensioni interne al Partito Democratico crearono le condizioni per la mancata elezione del Presidente della Repubblica. Solo un gesto di generosità di Giorgio Napolitano permise di uscire da una situazione di impasse molto dolorosa.

La settimana scorsa, grazie a un percorso di condivisione e ascolto, di confronto e dialogo, il PD si è dimostrato capace di cancellare quella brutta pagina e di indicare Sergio Mattarella come proprio candidato alle altre forze politiche.
Conoscete il risultato. In attesa del giuramento del nuovo Presidente – uomo rigoroso e autentico interprete dei valori costituzionali – vorrei che tutto il PD si sentisse fiero e orgoglioso di aver scritto una pagina nuova nella storia del nostro Paese.

Siamo noi il cambiamento che l’Italia sta aspettando da troppi anni. Noi, con i nostri difetti e con le nostre potenzialità. Noi, con i nostri parlamentari e i nostri militanti. Noi, con i nostri sogni e i nostri progetti. Noi siamo l’Italia che cambia. E dobbiamo esserne consapevoli e responsabili.

Il percorso delle riforme è impegnativo: Costituzione, legge elettorale, fisco, giustizia, pubblica amministrazione, terzo settore, diritti civili, ius soli, lavoro, libro bianco della difesa, Rai, cultura fino ad arrivare al grande tema della scuola e dell’educazione che sono per me il punto centrale del PD. Andiamo avanti con ancora maggiore determinazione. Forti del risultato sulla votazione del Presidente della Repubblica, certo. Forti dei primi segnali (ancora timidi) sulla ripresa economica, ovvio. Ma forti soprattutto della passione che anima tutte e tutti voi.

Siamo il PD, la più grande comunità politica europea. La più grande speranza della politica italiana. Guai a noi se ci tirassimo indietro o se abdicassimo davanti alle nostre responsabilità.
L’Italia ha bisogno della nostra energia e del nostro entusiasmo.

Un caro saluto,

Matteo

Perché votare Pd e Marco Zambuto

vota pd scrivi ZambutoLe Elezioni Europee del 25 maggio sono un appuntamento importante anche per noi, estrema periferia dell’Europa.

L’impegno del segretario nazionale del Partito democratico e presidente del Consiglio MATTEO RENZI mira a rivendicare politiche per lo sviluppo e la crescita, lasciando alle spalle anni di austerità e di rigore che non spingono l’economia e non creano lavoro. Lo stesso Matteo Renzi ha anche stimolato la Sicilia a spendere i fondi comunitari, prospettando il suo intervento sostitutivo per non sprecare importanti occasioni di investimenti produttivi per i nostri territori.

Il Pd mette in campo la sua forza e i suoi uomini di punta per avvicinare a noi l’Europa e renderla un’opportunità e non un intralcio.

Ma riteniamo anche importante guardare all’Europa pensando alla nostra ISPICA.

Il centro-destra ha prodotto danni che viviamo quotidianamente sulla nostra pelle di cittadini. Come Comitato promotore del Circolo Pd “John Fitzgerald Kennedy” vogliamo contribuire a costruire l’alternativa avviando un proficuo dialogo con MARCO ZAMBUTO, candidato a queste elezioni che sosteniamo proprio perché la sua esperienza di sindaco di Agrigento costituisce un modello di efficienza. Nel corso della sua venuta ad Ispica, con Marco Zambuto abbiamo posto le basi per la ricerca di fondi europei per finanziare la revisione delle reti idrica e fognante nel centro urbano, il loro ampliamento nella fascia costiera e la riqualificazione degli impianti di depurazione.

Ecco perché consideriamo il voto al Pd e a Marco Zambuto un voto per Ispica.

L’idea che la Politica sia fatta da propositi chiari e trasparenti, da idee e realizzazioni a vantaggio della collettività, da persone capaci e disinteressate passa dal consenso al Partito democratico e a Marco Zambuto.

pd zambuto fac simile

Stornello commenta le Primarie dell’8 dicembre a RDM

Piero Giunta di Radio Dimensione Musica ha intervistato il segretario cittadino del Pd, Gianni Stornello sulle Primarie dell’8 dicembre. L’intervista va in onda nelle edizioni di Dimensione Notizie di oggi.

Renzi nomina il siciliano Davide Faraone responsabile Scuola e Welfare

Davide FaraoneIl deputato nazionale palermitano Davide Faraone è stato nominato responsabile Scuola e Welfare dal neo segretario nazionale del Partito democratico, Matteo Renzi. L’annuncio è stato fatto dallo stesso Renzi, ieri pomeriggio, durante una conferenza stampa nel corso della quale sono stati ufficializzati anche gli altri nomi dei componenti la Segreteria nazionale.

Il segretario del Pd di Ispica Gianni Stornello ha telefonato stamattina al neo componente la segretaria nazionale del partito, augurandogli buon lavoro ed esprimendogli il compiacimento a nome del gruppo dirigente del Pd di Ispica.