Nasce “Ora Sì Ispica”, il Comitato per il Sì al referendum costituzionale

OraSI Ispica referendum costituzionaleNasce “Ora Sì Ispica”, il comitato per il Sì al referendum costituzionale di ottobre, fortemente voluto dal presidente del Consiglio Matteo Renzi. Il Comitato è ospitato nella sede del Circolo del Partito Democratico “John Fitzgerald Kennedy”, in via Mazzini 34, ed è coordinato da Roberto Luca, componente il Coordinamento dello stesso circolo “Kennedy”. Obiettivo del Comitato “Ora Sì Ispica” è quello di riunire e mettere in rete i sostenitori del Sì, al di là delle loro appartenenze politiche e della loro militanza, cercando di aprirsi il più possibile ai semplici cittadini che condividono la convinzione che la scelta del Sì rappresenta una grande opportunità di cambiamento della politica e di efficienza nell’azione di governo degli organi dello stato. Il Comitato “Ora Sì Ispica” prenderà delle iniziative già nei prossimi giorni per spiegare i contenuti delle modifiche costituzionali oggetto del referendum confermativo di ottobre.

Se vinceranno i Sì, saranno in vigore diverse riforme alla Costituzione, fra le quali sono degne di nota la riduzione del numero dei parlamentari, con un Senato non più elettivo, l’abolizione del CNEL, l’attribuzione diretta allo stato di materie come l’ambiente, la gestione di porti e aeroporti, trasporti e navigazione, produzione e distribuzione dell’energia, politiche per l’occupazione, sicurezza sul lavoro, ordinamento delle professioni ed importanti modifiche al quorum che rende valido un referendum abrogativo. Infine, se vinceranno i Sì, per proporre una legge d’iniziativa popolare non saranno più sufficienti 50mila firme, ma ne serviranno 150mila.

Riforma Costituzionale 1

Royalities petrolifere, Dipasquale lungimirante, stop alle polemiche. Urge un Coordinamento dei sindaci per gestire unitariamente le risorse in arrivo

estrazioniSubito un coordinamento dei sindaci per monitorare e coordinare gli interventi finanziati con le royalities petrolifere che, grazie all’iniziativa parlamentare dell’on. Nello Dipasquale, spetteranno a tutti i comuni iblei.

Stiamo forse perdendo tempo prezioso a rincorrere le polemiche degli ultimi giorni. Rivendicare il diritto di esclusiva dei proventi della royalties petrolifere non è solo espressione della vecchia logica campanilistica, ma rischia di compromettere l’accesso ai fondi. Sentiamo odore di demagogia in molte prese di posizione, alcune delle quali plateali come le dimissioni del presidente del Consiglio comunale di Ragusa. Purtroppo non si comprende che in passato i migliori risultati sono stati ottenuti dal territorio ibleo, quando i singoli comuni hanno fatto sistema: per tutti valgano gli esempi del sito Unesco del tardo-barocco e dei fondi ex Insicem. Dobbiamo riconoscere all’on. Dipasquale il merito di non aver dimenticato, da ragusano, di essere parlamentare di tutta la provincia, senza penalizzare la sua città, che potrà sempre contare sul 70 per cento dei proventi delle estrazioni. Così come dobbiamo ammettere che, da uomo delle istituzioni, Nello Dipasquale ha avuto la capacità e l’intuizione di vincolare la destinazione di circa 30 milioni di euro per obiettivi precisi e importanti quali la riqualificazione dei centri storici, la riduzione della pressione fiscale, la tutela e la manutenzione dei siti Unesco, i servizi socio-assistenziali in favore dei diversamente abili, l’incremento industriale e gli interventi di miglioramento ambientale nelle aree interessate direttamente dalle ricerche petrolifere. Per la provincia di Ragusa l’occasione è talmente importante che non possiamo permetterci di perderla a causa di una vecchia logica demagogica: occorre che le istituzioni iblee si mettano subito al lavoro per evitare lungaggini nella concreta attribuzione di queste risorse e per coordinare gli interventi in un quadro organico, che sappia coinvolgere in modo equilibrato le singole amministrazioni. La proposta che lanciamo è quella di istituire immediatamente un tavolo operativo, preferibilmente nella sede del Libero consorzio dei comuni iblei (l’ex Provincia regionale), per seguire passo dopo passo il cammino dei fondi ed elaborare un progetto complessivo per un utilizzo efficace di queste preziose risorse. Se riuscissimo in questo progetto, saremmo sicuri di aver agito finalmente secondo i principi della concretezza e della maturità. E’ quanto ci chiedono le comunità di persone che, a qualsiasi titolo e da qualsiasi ruolo, cerchiamo quotidianamente di servire.

La direzione provinciale del Pd ratifica la costituzione del “Kennedy”

Pd coordinamento provinciale Ragusa La direzione provinciale del Partito Democratico ha ratificato poco fa la costituzione del Circolo PD “John Fitzgerald Kennedy” di Ispica. Da oggi il PD di Ispica è più forte, plurale, più vicino ai problemi concreti della città. Ne esce rafforzata anche l’Amministrazione comunale che può contare su un sostegno convinto volto al cambiamento, al buongoverno e alla rinascita della città. Grazie a chi ci ha creduto. Grazie a chi ci ha sostenuto. E un saluto affettuoso a quelli che ci consideravano una meteora elettorale o una bocciofila in salsa ispicese. Li inviteremo nella nostra sede a brindare. Alla nostra e anche alla loro salute.
Gianni Stornello
Consigliere comunale Pd Ispica

Otto circoli del Pd ibleo annunciano iniziative politiche comuni

areadem 8circoliI segretari di otto circoli del Partito democratico della provincia di Ragusa hanno deciso di organizzare una serie di iniziative comuni sul territorio, per superare la fase di stallo in cui il Pd provinciale continua a versare. Si tratta dei rappresentanti dei circoli “Pippo Tumino” e “Rinascita democratica” del capoluogo, del Pd di Modica e Scicli, del costituendo circolo “John Fitzgerald Kennedy” di Ispica e dei circoli Pd di Monterosso Almo, Giarratana ed “Enrico Berlinguer” di Chiaramonte Gulfi. Tutti si rifanno alle posizioni della senatrice Venerina Padua e in ambito nazionale all’area Renzi e all’area Dem che, alle primarie dello scorso 8 dicembre, hanno fatto risultare quella di Ragusa ancora una volta la provincia più renziana del Mezzogiorno. “La Politica, quella con la P maiuscola – dicono in una nota i rappresentanti degli otto circoli – è la migliore risposta al crescendo di provocazioni interne, culminate con le affermazioni improvvide di un segretario provinciale “dimezzato”, forse eccessivamente nervoso per il clamoroso flop di una festa che dell’Unità aveva solo l’arbitrario ricorso ad un brand storico e prestigioso, nonostante il soccorso di leader privi di attualità. All’arroganza e all’incapacità di confronto democratico, i segretari di otto circoli e la parlamentare nazionale che ha vinto le primarie oppongono il Pd che non condivide una visione del partito ipparino-centrica, che è lontano da pratiche politiche fondate su prevaricazioni, mancato rispetto delle regole, confronto degenerato in scontro fisico e morale. Perché Denaro ha affermato “Se ne vada chi dissente” salvo poi fare retromarcia e proporre lo specchietto per le allodole della pacificazione? Continua a leggere

“Risanamento e governo, la sfida, l’impegno per Ispica”, domenica assemblea costituente

assemblea costituente

Il consenso e la fiducia riscossi alle recenti Elezioni europee ci impongono di andare avanti nella direzione intrapresa che porterà al riconoscimento formale del nostro circolo, già avvenuto da parte degli elettori. In vista di ciò e per dare un contributo convinto nel formulare una proposta concreta di governo di Ispica in vista delle Elezioni amministrative dell’anno prossimo, abbiamo organizzato un’Assemblea costituente che si terrà domenica 15 giugno alle 18,30 nella Sala del Royal Bar, Viale Rapisardi angolo Corso Umberto. Tema dell’incontro: “Risanamento e governo, la sfida, l’impegno per Ispica”. L’intervento introduttivo sarà di Giovanni Tringali. In programma brevi contributi di Pietro Aprile, Pietro Caruso e Gianni Stornello, oltre a quelli eventuali dei presenti. Le conclusioni saranno tratte da Filippo Spataro, sindaco Pd di Comiso che ha in comune con Ispica la condizione di dissesto provocato dalle precedenti amministrazioni di centro-destra. La testimonianza del sindaco Spataro sarà importante per verificare che il risanamento e le iniziative di sviluppo sono possibili nel cambiamento reale di uomini e politiche.

Denaro e D’Asta insieme per guidare il Pd provinciale

giovanni denaro mario d'asta pd provincia ragusa

Giovanni Denaro di Vittoria e Mario D’Asta di Ragusa sono rispettivamente il nuovo segretario e il nuovo vice segretario provinciale del Partito Democratico di Ragusa.

Sono stati eletti ieri sera nel turno di ballottaggio dai delegati provinciali provenienti dai vari circoli della provincia. Non senza polemiche questa nuova fase congressuale con una parte del Pd che si rifà allo sfidante di Denaro al ballottaggio Giuseppe Calabrese che contesta l’elezione, comunque svolta dalla maggioranza dei delegati.

Ai nuovi vertici del Pd ibleo gli auguri di buon lavoro nell’interesse di tutto il partito, con l’auspicio che la zona sud della provincia venga adeguatamente rappresentata nella successiva fase riguardante l’attribuzione delle cariche di completamento della dirigenza provinciale del Partito democratico.

Sabato 26 Congresso cittadino del Pd di Ispica

Sezione PD IspicaSi terrà sabato 26 ottobre alle 17 nella sede di via Ruggero Settimo, 12, il Congresso cittadino del Partito democratico di Ispica. Gli iscritti al Pd saranno chiamati ad eleggere il segretario cittadino ed il Coordinamento e a votare sui candidati a segretario provinciale e i delegati per l’Assemblea e la Convenzione provinciale.

Inizia così la lunga fase congressuale del Pd che si concluderà l’8 dicembre con le primarie per l’elezione diretta del nuovo segretario nazionale.

Il programma del congresso prevede una breve relazione del segretario cittadino uscente, Gianni Stornello e la presentazione dei candidati alla segreteria provinciale del partito che sono Giuseppe Calabrese, Mario D’Asta e Giovanni Denaro. Seguirà un dibattito, quindi le votazioni. Le candidature a segretario cittadino potranno essere presentate anche nel corso dello svolgimento del congresso: a ciascuna candidatura a segretario sarà collegata una lista per il Coordinamento. Per la prima volta, infatti, il segretario cittadino del Pd verrà eletto direttamente dagli iscritti.

Troppi furti, se ne occupi il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza

carabinieri I furti notturni di varia natura nel territorio di Ispica hanno superato il livello di guardia e segnerebbero un salto di qualità della piccola delinquenza locale che arruolerebbe gli immigrati non più occupati a causa della crisi. Lo sostiene il Partito Democratico di Ispica che propone al sindaco di richiedere una convocazione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza al fine di fronteggiare la forte recrudescenza di un fenomeno che l’esiguità degli uomini e dei mezzi della stazione locale dei Carabinieri non riesce a prevenire e reprimere. Per il segretario cittadino del Pd, Gianni Stornello, occorre una specifica attenzione alla complessità del territorio che fra centro urbano, fascia costiera e contrade copre una superficie di circa 150 chilometri quadrati. Continua a leggere

Peppe Roccuzzo vincitore morale delle Primarie

Venerina PaduaOttima affermazione di Giuseppe Roccuzzo, candidato ispicese alle Primarie per la composizione delle liste del Pd in vista delle elezioni politiche di febbraio. Roccuzzo si è  piazzato quinto, dopo Venerina Padua, vincitrice delle Primarie, Gigi Bellassai e Angela Barone, sostenuti dall’on. Giuseppe Digiacomo, e subito dopo il “veterano” Gianni Battaglia. Per questo può essere considerato il vincitore morale delle Primarie. Giuseppe Roccuzzo ha riportato voti in tutti i comuni della provincia. La classe dirigente del Pd di Ispica  riesce ad affermarsi in provincia con candidature credibili ed espressione del rinnovamento.

Ecco i risultati definitivi dei candidati ad Ispica:
Votanti 338. Roccuzzo: 313, Licitra 9, Bellassai 9, Barone 28, Padua 81, Massari 2, Perupato 2, Battaglia 8, Di Falco 0.

Questi i risultati complessivi:
Venerina Padua 1164; Gigi Bellassai 1029; Angela Barone 974; Gianni Battaglia 785; Peppe Roccuzzo 713; Giorgio Massari 608; Salvatore Di Falco 586; Mariuccia Licitra 537; Rosa Perupato 515.