Otto circoli del Pd ibleo annunciano iniziative politiche comuni

areadem 8circoliI segretari di otto circoli del Partito democratico della provincia di Ragusa hanno deciso di organizzare una serie di iniziative comuni sul territorio, per superare la fase di stallo in cui il Pd provinciale continua a versare. Si tratta dei rappresentanti dei circoli “Pippo Tumino” e “Rinascita democratica” del capoluogo, del Pd di Modica e Scicli, del costituendo circolo “John Fitzgerald Kennedy” di Ispica e dei circoli Pd di Monterosso Almo, Giarratana ed “Enrico Berlinguer” di Chiaramonte Gulfi. Tutti si rifanno alle posizioni della senatrice Venerina Padua e in ambito nazionale all’area Renzi e all’area Dem che, alle primarie dello scorso 8 dicembre, hanno fatto risultare quella di Ragusa ancora una volta la provincia più renziana del Mezzogiorno. “La Politica, quella con la P maiuscola – dicono in una nota i rappresentanti degli otto circoli – è la migliore risposta al crescendo di provocazioni interne, culminate con le affermazioni improvvide di un segretario provinciale “dimezzato”, forse eccessivamente nervoso per il clamoroso flop di una festa che dell’Unità aveva solo l’arbitrario ricorso ad un brand storico e prestigioso, nonostante il soccorso di leader privi di attualità. All’arroganza e all’incapacità di confronto democratico, i segretari di otto circoli e la parlamentare nazionale che ha vinto le primarie oppongono il Pd che non condivide una visione del partito ipparino-centrica, che è lontano da pratiche politiche fondate su prevaricazioni, mancato rispetto delle regole, confronto degenerato in scontro fisico e morale. Perché Denaro ha affermato “Se ne vada chi dissente” salvo poi fare retromarcia e proporre lo specchietto per le allodole della pacificazione? Continua a leggere

L’assessore Gerratana al Circolo “J.F.Kennedy” di Ispica

L’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente Piergiorgio Gerratana ospite del circolo John Fitzgerald Kennedy del Partito Democratico di Ispica. Fa gli onori di casa Gianni Stornello. Presente oltre a diversi dirigenti del Circolo, il segretario cittadino del Pd di Modica, Giovanni Spadaro che ha anche portato i saluti della senatrice Venerina Padua.

Val di Noto, il Pd avvia un confronto interno

val di noto spadaro modica pd kennedy ispica rosoliniI segretari e i rappresentanti di diversi circoli del Val di Noto hanno avviato un confronto interno per verificare la possibilità di dare vita ad un nuovo Libero consorzio fra i comuni del Val di Noto. Si sono tenuti due incontri, il primo a Modica, uno successivo a Rosolini. Altri ne seguiranno prossimamente in forma itinerante nei vari centri interessati. L’abolizione delle province e la possibilità che viene data dalla legge regionale in materia sono viste come un’occasione per avviare un dibattito sull’identità sociale, culturale ed economica comune e per elaborare un nuovo modello di sviluppo del territorio. Questo senza spiriti campanilistici, superati da tempo, e senza limitazioni territoriali nell’ambito di un’area omogenea. La riflessione interna al Pd, soprattutto in sede cittadina, è vista da tutti come elemento importante per promuovere un confronto successivo che coinvolga altre forze politiche e i cittadini singoli e associati che si riconoscono nell’idea. Per essere formulata in modo compiuto, qualora se ne ravvisi l’opportunità in modo condiviso, è stato concordato di mantenere costante il contatto fra la rete dei circoli democratici, estendendola il più possibile.

Ad oggi hanno partecipato agli incontri i circoli del Pd di Modica, Scicli, Rosolini, Palazzolo Acreide, Portopalo di Capo Passero e il costituendo Circolo “John Fitzgerald Kennedy” di Ispica. Interesse per il progetto hanno manifestato i circoli di Pozzallo e Pachino; quelli di Noto ed Avola hanno avviato una consultazione interna.
La legge prevede che i comuni interessati siano contigui territorialmente, non abbiano una popolazione inferiore ai 180mila abitanti e che le ex province di provenienza non restino con una popolazione inferiore a 150mila abitanti. Ciascuno dei comuni che intende aderire deve farlo con una delibera del proprio Consiglio comunale votata da almeno i due terzi dei componenti che viene poi sottoposta a referendum confermativo che deve tenersi entro sei mesi dal 28 marzo, data di pubblicazione della legge sulla Gazzetta ufficiale della Regione.

Niente medico nell’ambulanza di Ispica, Muraglie: “Un altro diritto negato per l’inefficienza delle nostre rappresentanze istituzionali”

autombulanza ispica“L’ambulanza medicalizzata è un altro diritto che ad Ispica viene negato”. Lo sostiene il capogruppo del Partito democratico in Consiglio comunale Pierenzo Muraglie che accusa l’Amministrazione di essere completamente disinteressata al problema.

“Assistiamo ad un continuo crollo del prestigio di Ispica in tutti i campi – afferma Muraglie – senza che l’Amministrazione muova un dito per rivendicare ed ottenere veri e propri diritti. Il dissesto finanziario sta diventando la maschera dietro la quale il sindaco e i suoi stretti e sempre più ridotti seguaci si nascondono. Ma col fatto che Ispica non abbia il medico a bordo dell’ambulanza la situazione finanziaria non c’entra. Solo qualche giorno fa abbiamo visto assegnare, secondo quanto riportato dalla stampa, a Scicli e Comiso l’ambulanza medicalizzata. Ovviamente ne siamo contenti. Ma – si chiede il capogruppo del Pd – perché a Comiso e Scicli sì, pur avendo questi due centri altrettanti ospedali dotati di Pronto soccorso, ed Ispica no? Continua a leggere