“Un’ispezione e l’annullamento degli atti sugli esuberi di personale al Comune di Ispica”.

Palazzo Bruno dall'altoUn’ispezione al Comune di Ispica e l’annullamento in autotutela dell’approvazione della Dotazione organica dei dipendenti comunali: li chiede al Ministro dell’Interno la senatrice Venerina Padua. In un’interrogazione parlamentare (per scaricarla clicca qui), l’esponente del Partito democratico denuncia una serie di omissioni da parte del Comune di Ispica che, sostanzialmente, avrebbero indotto il Ministero a formulare un giudizio viziato. Dopo avere ricordato che la rideterminazione della dotazione organica, effettuata dalla Giunta Municipale, ha stabilito che al Comune di Ispica vi sarebbero in eccedenza diverse decine di dipendenti comunali, la parlamentare iblea sottolinea come “avverso tale provvedimento è stato avanzato ricorso al Tar da un gruppo di dipendenti comunali che considerano l’atto illegittimo perché privo di motivazione, senza la necessaria verifica dei fabbisogni e la necessaria informazione delle organizzazioni sindacali, illogico e contraddittorio perché non volto al risanamento dell’ente e a tutelare i servizi indispensabili, peraltro non precedentemente indicati”. Una Commissione del Ministero dell’Interno ha approvato la delibera, ma, come afferma la senatrice Padua, “nella lunga fase istruttoria è intercorso un intenso carteggio fra Comune di Ispica e Ministero nel quale il Comune ha dichiarato l’inesistenza di aziende o istituzioni speciali con propria partecipazione, affermazione che contrasta con l’esistenza della farmacia a partecipazione maggioritaria comunale e che nella stessa istruttoria il Comune di Ispica ha anche dichiarato l’inesistenza di servizi affidati ad esterni, in contrasto con l’affidamento ad una ditta del servizio di riscossione volontaria e coattiva dei tributi locali. Il Comune di Ispica – prosegue nella sua interrogazione la senatrice Venerina Padua – è altresì socio dell’Ambito Territoriale Ottimale n. 7 di Ragusa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e anche di questa partecipazione non vi è cenno nelle comunicazioni del Comune. Tenuto conto che “in materia di personale dipendente, la Sezione di controllo per la Regione Siciliana della Corte dei Conti, con una deliberazione del 2012, ha chiesto al Comune di Ispica delle misure correttive sulla stabilizzazione di 72 unità di personale con contratto a tempo determinato, dichiarata “illegittima”, senza che queste misure correttive siano state adottate”, la parlamentare del Pd ricorda come l’atto contestato stia producendo effetti sui mantenimenti occupazionali del Comune di Ispica, visto che l’Amministrazione comunale “ha chiesto formalmente al personale dipendente l’adesione a generici contratti di solidarietà, non specificandone entità e durata”.
“La senatrice Padua chiede chiarezza e trasparenza – commenta Gianni Stornello, candidato sindaco alle Primarie del Partito democratico di domenica prossima – anche perché ci sono di mezzo dei posti di lavoro. Nel mio programma – spiega Stornello – ho scritto che considero il provvedimento di rideterminazione della dotazione organica illegittimo e persecutorio, impegnandomi ad annullarlo come segno di pacificazione fra i dipendenti comunali, messi gli uni contro gli altri da amministratori incapaci che, come risposta, stanno precipitosamente imponendo prepensionamenti e contratti di solidarietà farlocchi, in un clima di intimidazione mai registratosi al Comune di Ispica. A tutto questo – precisa Stornello – si aggiunge il fatto che qualora i dipendenti comunali che hanno promosso il ricorso dovessero spuntarla, i danni per il Comune sarebbero enormi. Mi auguro – conclude Gianni Stornello – che gli ispettori del Ministero dell’Interno arrivino al più presto per rendersi conto delle condizioni in cui si trova il Comune di Ispica: oltre al dissesto finanziario ce n’è uno per ogni campo in cui il centro-destra ha messo mano, gestione del personale compresa”.

Il Circolo Pd “Kennedy” e la senatrice Padua lanciano Gianni Stornello candidato sindaco alle Primarie del 21 dicembre

Gianni Stornello Padua Renziano
Partecipata assemblea ieri sera del Circolo “John Fitzgerald Kennedy” del Pd di Ispica. Iscritti ed elettori sono stati chiamati a confrontarsi sul tema “Un’Amministrazione di Cambiamento di politiche, metodi, uomini”. Presenti, oltre alla senatrice Venerina Padua, anche una delegazione del Comitato Santa Maria del Focallo Marina Marza, guidata dalla presidente Tiziana Scuto, e il segretario del Partito democratico di Modica, Giovanni Spadaro. L’assemblea è stata anche l’occasione della prima uscita pubblica di Gianni Stornello, candidato alle Primarie del Partito democratico di Ispica del 21 dicembre per la scelta del candidato sindaco alle Amministrative di Primavera.
Nella sua introduzione, il portavoce del circolo “Kennedy” Giovanni Tringali ha ripercorso brevemente l’ultima fase dell’impegno politico del circolo, caratterizzato dal confronto con la città e con le forze politiche che si riconoscono nel centro-sinistra per la realizzazione di un’Amministrazione di Cambiamento. Le Primarie rappresentano una conquista per gli elettori e gli iscritti del Pd che potranno così partecipare attivamente ad una decisione che non avverrà nelle ristrette stanze dei partiti. Temi ripresi con grande enfasi nel suo intervento conclusivo dalla senatrice Venerina Padua che ha anche notato con soddisfazione la presenza in assemblea di numerose donne e di diversi giovani: segni inequivocabili che Ispica e il Pd locale sono sulla stessa strada indicata dal segretario e premier Matteo Renzi.
Da parte sua, Gianni Stornello, presentato da Giovanni Tringali con il profilo giusto del candidato sindaco migliore quanto a preparazione, sensibilità politica, novità, contenuti programmatici forti, ha rivendicato la sua recente esperienza politica, improntata ad un’opposizione netta e senza ammiccamenti all’Amministrazione in carica: essa, ha affermato, fuga ogni dubbio sulla possibilità di accordi più meno trasversali tesi a riciclare vecchi amministratori. Gianni Stornello si è detto pronto, da vincitore delle Primarie, alla creazione di una coalizione con partiti e movimenti che credono in una svolta nella politica e nell’amministrazione ispicesi, tenendo presenti due punti fermi: il profilo politico di centro-sinistra, marcato dalla guida Pd della coalizione, e il Cambiamento che per Stornello deve essere scritto con la “C” maiuscola per sottolinearne la profondità e la concretezza nei fatti. Molti i punti programmatici indicati da Stornello, alcuni dei quali innovativi: dal bilancio partecipato alla messa a reddito di tutto il patrimonio pubblico come premesse per uscire dal dissesto finanziario, dallo sviluppo del territorio, con particolare riguardo alla fascia costiera e alle zone rurali allo sviluppo a “cemento zero” del centro urbano, con la riqualificazione urbanistica e sociale del centro storico. Importante il ruolo della burocrazia comunale per la quale Gianni Stornello propone un grande gesto di pacificazione: la revoca della rideterminazione della dotazione organica in atto, definita da Stornello illegittima e persecutoria, per l’apertura di una fase improntata al confronto con i sindacati e la formazione continua e la motivazione dei dipendenti. Strategico è stato considerato da Stornello il ricorso ai fondi comunitari per il varo di un piano massiccio di opere pubbliche.
Altre iniziative seguiranno a questa assemblea. Il Circolo “J.F.Kennedy” invita gli iscritti e gli elettori a seguirle, anche attraverso i social media.

L’assessore Gerratana al Circolo “J.F.Kennedy” di Ispica

L’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente Piergiorgio Gerratana ospite del circolo John Fitzgerald Kennedy del Partito Democratico di Ispica. Fa gli onori di casa Gianni Stornello. Presente oltre a diversi dirigenti del Circolo, il segretario cittadino del Pd di Modica, Giovanni Spadaro che ha anche portato i saluti della senatrice Venerina Padua.

Dalle dune al cimitero ai fermenti nella società civile è uscito il numero pasquale di Pensare il Domani

Pensare il domani marzo 2013Una proposta per la sistemazione delle dune di S. Maria del Focallo, lo sblocco del completamento del cimitero, i fermenti nella società civile di Ispica sono fra gli argomenti di cui si occupa il numero di Marzo di Pensare il Domani, il mensile vicino al Pd di Ispica. Gli articoli sono rispettivamente di Eva Brugaletta, Alba Ereddia e Giovanni Tringali. Oltre ad un intervento della neosenatrice Venerina Padua sul ruolo di Ispica nella sua attività parlamentare e alla nota politica di Gianni Stornello, che denuncia ricatti politici e identifica le istituzioni locali come dei pantani per il loro immobilismo, in concomitanza con la Pasqua, il giornale ospita articoli di Francesca Lorefice sulle novità del Giovedì santo di quest’anno e di Nicole Caruso sull’autenticità delle reliquie contenute nella Santa Spina. Degli stucchi della SS. Annunziata scrive lo storico dell’arte Paolo Nifosì che sposta in avanti di circa 60 anni la datazione delle decorazioni, attribuendole a Giuseppe Gianforma junior, nipote dell’omonimo artista che decorò oltre mezzo secolo prima le volte di Santa Maria maggiore e della Chiesa Madre. Altre curiosità riguardano un interessante contributo dello studioso Giovanni Giuga che identifica il personaggio descritto da Dante come colui che fece il “gran rifiuto” non con Papa Celestino V, bensì con Ponzio Pilato, riprendendo a tal proposito la tesi di Giorgio Petrocchi; e l’uscita di un libro sui miti e i misteri siciliani di cui parla Silvia Calascibetta. Il libro, scritto da Enzo Di Pasquale ed edito da Newton Compton, dedica due capitoli ad Ispica a proposito delle origini siciliane di Shakespeare, riaffermate dalle indagini del giornalista ispicese scomparso Martino Iuvara, e del Centoscale del Parco Forza che non sarebbe stato solo un tunnel per il carico di acqua dal fiume sottostante, ma anche un osservatorio astronomico. Per lo sport Pensare il Domani pubblica un’intervista di Piero Giunta all’ispicese Giacomo Monaco, giovane promessa del tennis siciliano. In prima pagina gli auguri di Buona Pasqua ai lettori da parte della redazione con una foto dell’”Incontro” di Saverio Quartarone e la riformulazione di una proposta, già lanciata da Pensare il Domani: fare della Settimana Santa di Ispica un bene immateriale dell’Umanità protetto dall’Unesco.
Questo numero e tutti gli arretrati di Pensare il Domani sono scaricabili dal sito www.pdispica.it.

Diritti, lavoro, giovani: Domenica 10 febbraio Orfini e Raciti a Ispica

orfini raciti padua roccuzzo ispicaLa scelta giusta per affermare i diritti, dare priorità al lavoro, pensare ai giovani” è il tema dell’incontro organizzato dal Partito Democratico per domenica 10 febbraio alle ore 10:30 al il Cinema Diana di Ispica. Parteciperanno:

  • MATTEO ORFINI – Responsabile Cultura e informazione della Segreteria Nazionale del PD.
  • FAUSTO RACITI – Segretario Nazionale dei Giovani Democratici. Candidato alla Camera.
  • VENERINA PADUA – Candidata al Senato
  • GIGI BELLASSAI – Candidato al Senato
  • PEPPE ROCCUZZO – Canditato alla Camera

Cliccando qui trovate l’evento su facebook. Vi aspettiamo.

Il Pd di Ispica si confronta con la base. Ricca di contenuti e molto partecipata l’assemblea con Roccuzzo, Padua e Digiacomo

P1020867Molto partecipata ed affollata l’assemblea tenuta ieri sera per iniziativa del Partito Democratico di Ispica. Gli iscritti e quanti sono vicini al Pd cittadino sono stati ascoltati dal gruppo dirigente del partito sui temi più in evidenza dell’attualità politica del momento, sia in ambito locale, sia in ambito nazionale. Ha aperto i lavori il segretario cittadino Gianni Stornello che ha posto l’accento sul fatto che il confronto con la base è un momento importantissimo per il Pd, in considerazione anche della responsabilità che il partito ha in città per il suo ruolo di opposizione storica impegnata nella costruzione dell’alternativa alle giunte di centro-destra che, ha ribadito Stornello, hanno avviato Ispica verso il progressivo declino. Il capogruppo in Consiglio comunale Pierenzo Muraglie ha ricostruito le ultime fasi della vita amministrativa della città, caratterizzate dal fallimento del Comune dal punto di vista finanziario e da un’Amministrazione non più in grado di reggere le difficoltà del momento per la mancanza dei numeri in Consiglio comunale che sono la conseguenza dell’incapacità politica di operare nell’interesse della città. Molti i contributi di dirigenti e militanti del Pd di Ispica, da quello di Giuseppe Roccuzzo, candidato alla Camera e consigliere comunale, a quello di Carmelo Cirmena, segretario dei Giovani Democratici. Atteso l’intervento di Venerina Padua, vincitrice delle Primarie in provincia di Ragusa e in quanto tale candidata al Senato in posizione utile per l’elezione. La senatrice democratica in pectore ha risposto sui temi che sono emersi dai vari interventi, puntando molto sull’etica in politica. Le conclusioni dell’on. Giuseppe Digiacomo, presidente della Commissione Sanità dell’Assemblea regionale siciliana, hanno riguardato il ruolo del Partito democratico di Ispica nel contesto politico ed amministrativo locale, rispetto al quale, ha sostenuto Digiacomo, il Pd ha tutti i requisiti per candidarsi alla guida della città, e l’importanza delle elezioni politiche di febbraio che assicureranno una rappresentanza parlamentare del Pd alla provincia di Ragusa: elemento essenziale per sostenere un’azione rivendicativa forte per risolvere le annose questioni del territorio che proprio la mancanza di una rappresentanza istituzionale del Pd ragusano in parlamento non ha consentito di affrontare.

Ecco alcune foto (clicca per ingrandire):

P1020885P1020892P1020869P1020866P1020861P1020879P1020865P1020882P1020874P1020867P1020870P1020871P1020876P1020863

Assemblea PD: Per la rinascita di Ispica

PD Ispica LogoOltre sette anni di amministrazioni di centro-destra hanno devastato le finanze comunali, hanno fatto arretrare la città in tutti i campi, stanno facendo sopprimere quei servizi che sono stati il nostro fiore all’occhiello. Noi abbiamo denunciato in tempi non sospetti l’inadeguatezza delle politiche di questa amministrazione, abbiamo chiesto invano che fossero privilegiati il lavoro, lo sviluppo e i suoi fattori principali, dall’agricoltura all’impresa artigiana, dal turismo al territorio. Da soli però non contiamo nulla. Abbiamo bisogno di tutti voi, del sostegno della base. Contiamo sul vostro contributo in termini di idee per arricchire un dibattito politico che vuole fare rinascere la nostra città in un Paese restituito alla bella e sana politica che è quella che il Pd intende portare avanti. Ecco perché abbiamo considerato giunto il momento di vederci tutti insieme in un’assemblea aperta alla quale abbiamo voluto dare un tema significativo:

INSIEME PER LA RINASCITA DI ISPICA
Domenica 27 gennaio, ore 17,00
Salone dei Frati minori
Assemblea degli iscritti e amici del PD
Interverranno
Venerina Padua
candidata al Senato
Giuseppe Roccuzzo
candidato alla Camera
On. Giuseppe Digiacomo
che chiuderà l’assemblea

Peppe Roccuzzo vincitore morale delle Primarie

Venerina PaduaOttima affermazione di Giuseppe Roccuzzo, candidato ispicese alle Primarie per la composizione delle liste del Pd in vista delle elezioni politiche di febbraio. Roccuzzo si è  piazzato quinto, dopo Venerina Padua, vincitrice delle Primarie, Gigi Bellassai e Angela Barone, sostenuti dall’on. Giuseppe Digiacomo, e subito dopo il “veterano” Gianni Battaglia. Per questo può essere considerato il vincitore morale delle Primarie. Giuseppe Roccuzzo ha riportato voti in tutti i comuni della provincia. La classe dirigente del Pd di Ispica  riesce ad affermarsi in provincia con candidature credibili ed espressione del rinnovamento.

Ecco i risultati definitivi dei candidati ad Ispica:
Votanti 338. Roccuzzo: 313, Licitra 9, Bellassai 9, Barone 28, Padua 81, Massari 2, Perupato 2, Battaglia 8, Di Falco 0.

Questi i risultati complessivi:
Venerina Padua 1164; Gigi Bellassai 1029; Angela Barone 974; Gianni Battaglia 785; Peppe Roccuzzo 713; Giorgio Massari 608; Salvatore Di Falco 586; Mariuccia Licitra 537; Rosa Perupato 515.