Ispica dimenticata da governo regionale e centro-destra

L’alluvione del 2019 ha determinato a Ispica, soprattutto per le imprese agricole, milioni di euro di danni, enormi sacrifici per ripartire, disperazione per quanto andato perduto.

È assolutamente inaccettabile quanto si sta consumando in queste ore all’Assemblea Regionale Siciliana dove è in discussione l’approvazione della finanziaria regionale.

Il governo regionale, disattendendo gli impegni assunti dal Presidente Musumeci recatosi a Ispica all’indomani dell’alluvione, sta dimostrando di avere dimenticato la comunità ispicese a vantaggio di altri territori che riceveranno contributi per danni che si sono verificati dopo l’alluvione che nel 2019 ha colpito Ispica.

26 ottobre 2019, il presidente Musumeci in Sala Giunta a Palazzo Bruno

Il tutto nel silenzio assordante della deputazione iblea ad eccezione dell’on. Nello Dipasquale che è stato invece l’unico intervenuto in favore di Ispica e delle sue imprese, sottolineando la evidente disparità di trattamento tra territori ugualmente colpiti da gravi calamità. (Per vederlo clicca qui).

L’on. Nello Dipasquale

L’auspicio è che il governo regionale e l’Assemblea Regionale Siciliana tornino sui propri passi riconoscendo alla comunità ispicese quanto promesso, e che la deputazione iblea tutta, senza distinzione di colore e schieramento politico, intervenga nella questione in maniera decisa e incisiva.

Sarebbe inoltre auspicabile che l’amministrazione comunale attivi tutti i canali istituzionali necessari e metta in campo forti interventi per scongiurare la grave ingiustizia che si sta consumando.

Questo testo è stato condiviso da Partito democratico, Territorio, Muraglie sindaco.

Giovedì 25 marzo alle 19 la consultazione in videoconferenza sui 21 punti proposti dal Segretario Letta

Ad Ispica è stata fissata giovedì 25 marzo alle 19 la videoconferenza per la discussione sulle proposte del nuovo segretario nazionale del partito, Enrico Letta.

Il documento del segretario, articolato in 21 punti, intitolato “Progressisti nei contenuti, riformisti nei metodi, radicali nei comportamenti”, è possibile scaricarlo cliccando qui e sarà oggetto di dibattito e di proposte da parte degli iscritti. Il nostro circolo ha anche deciso di promuovere una consultazione più ampia, invitando chi per vari motivi non può partecipare alla videoconferenza a dare ugualmente il proprio contributo di idee per la riorganizzazione e il rilancio del partito ai quali la nuova segreteria Letta sta dando impulso.

Per prenotare la propria partecipazione alla videoconferenza o per inviare le osservazioni al documento (entro il 28 marzo) basta spedire un’email a:

pd.kennedy.ispica@gmail.com

Il partito locale si farà carico di elaborare una sintesi del dibattito e di farla avere al Pd nazionale che trarrà le conclusioni della consultazione.

Ripartiamo dal partito. Anche ad Ispica

Anche nel Partito democratico di Ispica si discuterà delle proposte del nuovo segretario nazionale del partito, Enrico Letta. Il documento del segretario, intitolato “Progressisti nei contenuti, riformisti nei metodi, radicali nei comportamenti” è già disponibile (scaricalo cliccando qui) e sarà oggetto di dibattito e di proposte nel Circolo Kennedy del Pd di Ispica così come in tutti gli altri circoli italiani. Le risultanze di questo dibattito saranno inviate al Pd nazionale che farà una sintesi complessiva delle proposte che arriveranno da tutti i territori.

Nel Circolo Kennedy il dibattito avverrà da remoto. Chi volesse prendere parte ed essere invitato può inviare una mail a

pd.kennedy.ispica@gmail.com

Quanti non potranno partecipare agli incontri, potranno ugualmente inviare osservazioni e proposte al documento del segretario e ai punti proposti allo stesso indirizzo di posta elettronica. Sarà cura del circolo riprenderle e inserirle fra le proposte ispicesi da inviare a Roma.